Come Fare Un’Analisi Completa Della Tua Reputazione Online [GUIDA]

Impara come fare un’analisi della tua reputazione online e scopri come si posiziona il tuo brand personale o aziendale nei confronti dei competitors.

Proteggi la tua Reputazione Online.

È il tuo bene più prezioso.

In passato, le aziende gestivano gran parte della propria reputazione attraverso i grandi mezzi di informazione, come la televisione e la radio.

Oggi, in un ambiente più incentrato sul consumatore, la reputazione di un’azienda è ampiamente controllata dai suoi clienti.

Nel bene e nel male, i social media hanno permesso al consumatore quotidiano di esprimere un’opinione sul tuo marchio.

Il problema, però, è che una volta che qualcosa è sul Web, può essere difficile rimuoverlo, motivo per cui i commenti negativi che riguardano il tuo marchio potrebbero danneggiare la tua attività.

Ci vuole tempo e impegno per mantenere una buona reputazione online.

statistiche reputazione online imprenditori andrea baggio reputation manager

Avere un approccio proattivo significa misurare la tua reputazione online in maniera regolare e costante.

In questo articolo, ti forniremo gli strumenti per eseguire un’analisi completa della reputazione online e vedere dove si trova attualmente il tuo marchio con i clienti.

Risulta del tutto evidente che un’analisi di questo tipo possa applicarsi anche in altri ambiti, come quello di una campagna elettorale vincente.

Come eseguire un’analisi della reputazione online

Di seguito ti mostriamo i 5 step fondamentali per analizzare la tua reputazione online.

Step 1: Definisci gli obiettivi

Il primo passo nell’analisi della reputazione è stabilire gli obiettivi con il tuo Reputation Manager.

Come desideri che venga visualizzato il tuo marchio e quali tipi di clienti desideri raggiungere?

I tuoi clienti ideali quali piattaforme social preferiscono?

È lì che trovi la maggior parte delle menzioni che ti riguardano?

Quali azioni vorresti che intraprendessero i consumatori quando vedono le menzioni del tuo marchio?

Forse vuoi che visitino il tuo sito web dopo aver visto menzioni positive del marchio.

Più visite del sito web o persino maggiori vendite potrebbero essere un obiettivo per te.

Se sei ancora confuso sulla definizione degli obiettivi, osserva i tuoi concorrenti di maggior successo, questo ti aiuterà a capire dove sono i tuoi clienti online e quali sono i tipi di conversazioni che stanno avendo.

Ti aiuterà anche a stabilire parametri di riferimento per la tua attività.

Step 2: Organizza le idee

Prima di eseguire l’analisi, assicurati di utilizzare il RepUP Monitoring Tool, uno dei migliori tools di ORM, con cui scoprire tutte le menzioni ricevute dal tuo brand.

Decidi cosa vuoi monitorare.

Pensa a tutti i termini che le persone possono usare per parlare della tua attività.

Questo elenco può essere lungo o breve, ma questi sono i punti di partenza di base:

  • Nome del brand o dell’azienda
  • Nomi univoci del prodotto
  • Combinazioni del nome dell’azienda + parole chiavi negative
  • Ricerche relative al settore

È importante registrare tutte le menzioni che trovi o almeno quelle più rilevanti.

Puoi usare un foglio Excel per raccoglierle tutte.

Decidi quanto spesso desideri aggiornarlo e chi nella tua squadra sarà incaricato dell’aggiornamento.

I primi 10-100 risultati di Google che trovi nella tua analisi della reputazione sono i più rilevanti.

Usa il foglio di calcolo per documentare collegamenti e riferimenti a ciò che trovi e assicurati di includere la data in cui l’hai trovato.

Proteggi la tua Reputazione Online.

È il tuo bene più prezioso.

Step 3: Avvia la ricerca

Ora che hai un elenco di termini, puoi iniziare la ricerca.

Se il nome della tua azienda include termini comuni, utilizza le virgolette quando esegui la ricerca.

Ad esempio, se possiedi un negozio di unghie chiamato Lovely Nails, cercare solo Lovely Nails ti sommergerà da una valanga di risultati irrilevanti.

La ricerca di “Lovely Nails” tra virgolette indica a Google di cercare i termini insieme.

Nella ricerca avanzata di Google, puoi impostare il numero di risultati visualizzati su 100.

Un’opzione sulla barra laterale di Google ti consente anche di visualizzare in anteprima il testo dalle pagine web.

Così ti sarà possibile eseguire l’analisi della tua reputazione senza cliccare su ogni link.

Step 4: Espandi la ricerca

A seconda della tua attività, potrebbero esserci siti di recensioni specifici per il tuo settore, non solo su Surface Web ma (probabilmente) anche su Dark Web.

Compila una lista di dieci nomi.

È una buona idea anche esaminare le tue menzioni su quei siti.

Puoi utilizzare le funzioni di ricerca su quei siti per trovare le menzioni della tua azienda, oppure puoi utilizzare la funzione di ricerca avanzata di Google per restituire solo risultati da siti di nicchia specifici.

I blog sono un altro luogo in cui potresti trovare menzioni del tuo marchio.

Nella pagina di ricerca di Google, fai clic su “Notizie” e quindi su “Strumenti”.

come fare analisi reputazione online espandendo la ricerca andrea baggio

Dovrebbe apparire un menu a tendina, fai clic su “Tutte le notizie” e poi seleziona “Blog”.

Ciò ti consentirà di effettuare ricerche delle tue menzioni sui siti del blog.

I social media sono un’altra area di interesse fondamentale per la gestione della tua reputazione online.

Puoi sempre cercare le tue menzioni utilizzando le funzionalità di ricerca avanzata disponibili su Facebook, Twitter e Instagram.

Inoltre, puoi anche cercare tutte le menzioni dei social media su quei siti utilizzando il motore di ricerca di Google

Nella barra di ricerca di Google digita “il tuo marchio” site: facebook.com oppure site: instragram.com oppure site: youtube.com.

Avrai così i risultati più rilevanti su quei siti di social media.

Ricorda che oltre che sui siti di recensioni, blog e pagine di social media, i tuoi clienti troveranno probabilmente menzioni del tuo brand su:

  • Siti di notizie
  • Pagine wikipedia correlate
  • Comunicati stampa
  • Risultati della concorrenza / annunci a pagamento
  • Articoli

La tua analisi della reputazione online dovrà coprire tutte queste fonti.

Step 5: Verifica i risultati

Ora che hai eseguito l’analisi della tua reputazione online, hai un quadro più chiaro della posizione del tuo brand rispetto ai consumatori.

Ricorda che le menzioni del tuo marchio sono ciò che le persone troveranno quando ti cercheranno online.

statistiche-recensioni-online-consumatori-acquisto-andrea-baggio-reputation-manager

Forse hai trovato a malapena qualche menzione, o forse la maggior parte della tua presenza online è costituita da informazioni generali sulla tua attività.

Se ti trovi in quest’ultima categoria, la maggior parte delle tue menzioni online proverrà dalla tua attività stessa.

Se, al contrario, la presenza del tuo marchio è più consolidata, la tua reputazione online che proviene dalle opinioni di altre persone può essere negativa o positiva.

Scopri chi sta influenzando maggiormente la tua attività: si tratta di influencer o detrattori?

Nel caso la reputazione del marchio sia negativa, hai un’opportunità unica per ascoltare i tuoi clienti e migliorare te stesso.

Confronta i tuoi risultati con quelli dei tuoi concorrenti: studiando cosa hanno fatto i tuoi concorrenti per ottenere una buona reputazione, puoi migliorare la tua.

Se la tua reputazione online è perlopiù positiva, allora migliorala!

I tuoi clienti più fedeli possono essere i tuoi migliori sostenitori.

Puoi anche concentrarti ad espandere la tua presenza su altre parti del Web.

Conclusioni

La gestione della reputazione online è un lavoro senza fine, quindi continua a monitorare, indipendentemente da ciò che trovi.

Una percezione positiva può diventare negativa dall’oggi al domani e il tuo marchio potrebbe subire gravi danni.

Un primo modo semplice per tenere traccia delle nuove menzioni è impostare un avviso di Google su Google Alert.

Confronta tutti i nuovi dati insieme agli obiettivi con lo strumento di automazione della qualità dei dati ed evidenzia eventuali cambiamenti nel sentiment del tuo pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su

Contatta Andrea Baggio

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email