La prima impressione esiste anche sul web: ecco tutti i segreti.

0
203
ragazzo seduto in carrello della spesa

Online e offline, gli istanti iniziali sono quelli fondamentali: come costruire una buona prima impressione per la web reputation?

La prima impressione è una faccenda davvero seria. Una persona impiega i primi secondi dell’incontro per capire se l’estraneo davanti a sé è un Sì oppure un No.

E questo vale per qualsiasi situazione. Un colloquio di lavoro, un discorso in pubblico, una ragazza appena conosciuta al pub.

Tutto ciò che comporta il primo approccio con altre persone è dipendente dall’impressione nei primi attimi. Con la conseguenza quindi di influenzare la futura reputazione.

Perchè si possono avere appese alla parete dell’ufficio 2 lauree e un dottorato. Oppure essere il ragazzo più affascinante di tutto il locale. Ma se la prima impressione farà cilecca, la reputazione potrà venire compromessa.

E tutto questo vale anche per il mondo online, con diretto effetto sulla web reputation.

Come si presenta l’avatar digitale

Si può pensare che la prima impressione sia un elemento valido solo nella vita offline. O se online, attraverso la comunicazione con una persona, come chat d’incontri.

In realtà senza spesso rifletterci, il giudizio iniziale è pratica comune nel mondo del web. E come con una persona, sono molti i dettagli che influiscono sulla valutazione. Non conta infatti solo ciò che viene detto, ma anche:

  • la posa della persona
  • il suo abbigliamento
  • quanto si pone sicuro di sé
  • il tono utilizzato
  • le espressioni facciali
  • l’utilizzo del corpo durante il dialogo
  • la direzione del suo sguardo

E anzi, le parole si pongono come l’elemento meno discriminante in questo contesto, seppur importanti.

Bisogna perciò capire come si può applicare la prima impressione nella sfera digitale, ricordando che le parole non sono l’elemento più importante del processo.

E questo sia come azienda che come privato, riuscendo così a fare colpo dal primo istante.

Che cosa dice la gente sul tuo conto

Avere utenti che parlano male di te fa partire di certo in svantaggio. E spesso le reviews con tanto di stelline sono il primo dettaglio che salta all’occhio nella pagina di ricerca, ancor prima di entrare nel sito web.

Bisogna perciò interessarsi ciò che viene detto sul proprio conto in giro per Internet. E avere quindi una strategia per avere più recensioni da parte di utenti felici.

È comunque normale avere opinioni negative: fa parte del mettersi in campo. E più si entra nel gioco, maggiori saranno queste critiche.

Si tratta però di gestire la situazione, sapere come rispondere, quali soluzioni adottare e se la situazione lo richiede, pensare di rimuoverle.

Cura ogni dettaglio

L’utente entra nel sito e cade sulla pagina home. Scritte, colori, immagini, animazioni, barre laterali e molto altro: una serie di dettagli che, presentati in un grande pacchetto in un solo istante, avranno un impatto immediato.

Da che cosa dipenderà la prima impressione?

1. USA I COLORI PER DIPINGERTI

Il primo elemento che in media salta per primo all’occhio è il colore, e quindi anche le immagini, trattate nel punto successivo.

La scelta dei colori è un argomento che va preso molto seriamente e di certo non lasciato nelle mani del caso. Esistono studi su studi riguardo la psicologia delle sfumature e di come i diversi pattern vadano a creare sensazioni nella mente delle persone.

Proporre il giusto colore associato all’emozione che si vuole andare a creare pone in netto vantaggio.

Facendo un esempio. Oscar è uno stimato sarto che si occupa di capi d’alta moda, tuttavia stimato solo offline. Tutto dipenderà quindi dalla sua web reputation.

Un utente accede quindi al suo sito perchè interessato ai suoi servizi.

Quale potrà essere la prima impressione che per Oscar sarà più di valore e redditizia? Forse l’apparire come professionale, serio, attento ai dettagli, affidabile e anche lussuoso.
Può sembrare non vero, ma tutto questo è possibile grazie ai colori.

2. UN PROFESSIONISTA HA OTTIME IMMAGINI

Come detto prima, le immagini nella pagina sono il primo elemento d’impatto insieme ai colori.

Sono tre i punti da valutare:

  1. il colore dell’immagine
  2. lo stile dell’immagine
  3. l’arte dell’immagine

Tornando al nostro esempio, Oscar ha usato tutti i corretti colori per presentarsi come un sarto d’alto livello e di classe, come nero, viola, blu e bianco.

Eppure sulla home page si vedono un’immagine di una targhetta arancione sfavillante con la scritta “sconti pazzi” e un’altra di Oscar in pigiama e pantofole mentre rammenda un calzino.

E se avete letto l’articolo suo colori sopra linkato, avrete capito perchè l’arancione è un dettaglio dannoso importante.

Forse qualcosa va cambiato. Sapendo che si tratta di un’estremizzazione, spesso la realtà non è così lontana dagli esempi.

A. I colori dell’immagine devono essere in linea con il resto del sito e del proprio stile. Se si vuole apparire come moderni, eleganti e professionali, dovranno essere usati specifici pattern, studiati tramite una strategia di pattern.

B. Lo stile e il soggetto delle immagini deve seguire lo stesso della pagina. Non si potranno proporre uomini in cravatta per un parco divertimenti. E se il sito è dinamico, minimal, colorato o qualsiasi altro, queste dovranno rafforzare lo stile e non spezzarlo

C. Si può dire che il punto dell’arte dipende dai soggetti. Se si gestisce un giornale web di cronaca, pensare all’arte può essere inutile. Ma nella maggior parte dei casi, fa tutta la differenza avere immagini belle. E seppur banale, è questo l’aggettivo perfetto: belle. Dovranno apparire non solo come elementi di un sito web, ma come fotografie di valore, piacevoli da osservare e, se possibile, capaci di dare emozioni.

3. ESSERE SEMPRE NEL FUTURO

Non c’è spazio per l’obsolescenza tra le pagine web di successo. Provarlo è semplice: andare su un qualsiasi celebre sito come Apple.com o Samsung.com per osservare la loro avanguardia. O per qualcosa di ancora più ricercato, Magicleap.com.

È chiaro che questi livelli richiedono un ampio budget per la costruzione. Ma non è necessario per raggiungere l’obiettivo: si può essere aggiornati anche su un template gratuito di WordPress; l’importante è prendere le giuste decisioni:

  • utilizzare un template moderno;
  • se monopagina, creare una lunga pagina a scorrimento;
  • sfruttare animazioni e dinamicità;
  • ricordarsi di essere mobile-friendly o, ancora meglio, mobile-first.

Tutti questi dettagli messi insieme fanno un’enorme differenza. Entrare in un sito all’avanguardia fa subito capire che si tratta di un’azienda/persona seria e aggiornata sulle ultime novità.

Pensare quindi di essere sempre un anno avanti nel futuro. Altrimenti il rischio è di apparire in stile 1996.

Essere un libro aperto

Anno dopo anno, la tendenza è quella dello scetticismo. Conquistare la fiducia di qualcuno nel 2019 è di certo più arduo che nel 1980. E la tendenza andrà sempre più a rafforzarsi.

Per creare perciò una prima impressione positiva in fatto di fiducia, bisogna giocare a carte scoperte su ogni fronte.
Ad esempio, una delle vie che riducono la fiducia verso un’azienda/servizio è il centro assistenza.

Cercando su Google “Assistenza/numero telefono/call center + nome brand” che cosa uscirà? In troppi casi, tutto tranne che un numero da chiamare

E se interessati all’indirizzo della sede legale? Oppure se si volesse conoscere il proprietario dietro quella compagnia?

Maggiori saranno le informazioni presenti online, più si trasmetterà fiducia verso gli utenti, facendo capire che non c’è nulla da nascondere.

E prendere ogni precauzione per scongiurare la possibilità di apparire come sito fake.

Pensa a ciò che dici

Principalmente per i social network, non usare la pancia quando si mette mano alla tastiera, specialmente per quanto riguarda i commenti.

  • Attenzione al linguaggio, punteggiatura e ortografia;
  • professionalità nei toni e nei termini;
  • trasmissione di sincero interesse in ogni risposta.

E ovviamente anche i singoli post dovranno avere la stessa cura, sommando anche parametri precedenti del paragrafo “Cura ogni dettaglio”.

Sii memorabile

lego superman su roccia

L’ultimo punto è quello senza regole o schemi da seguire. Bisogna invece sfruttare il nuovo talento più richiesto nel mondo del lavoro: la creatività.

Un elemento, un dettaglio, una frase; qualcosa che lasci impresso nella mente quel click sul sito e che lasci una prima impressione di pura positività.

Cattura l’attenzione dell’utente nel primo secondo, e metà del lavoro sarà già completato.

Se sei alla ricerca di un aiuto da un team di professionisti, ReputationUP è pronta ad aiutarti in ogni momento.