Il Personal Branding. Cos’è e come si crea!

0
259

Cos’è il personal branding

In questo periodo in cui internet rende disponibili molte informazioni e tutte contemporaneamente, scegliere chi assumere è diventato un processo complicato. Bisogna capire in tempi stretti quale dei candidati è il più adatto, spesso compiendo procedure di scrematura preventive. Per questo motivo, dal punto di vista del candidato, l’immagine che si vuole trasmettere di se stessi è fondamentale. Bisogna essere riconoscibili e distinguersi dall’insieme di tutti gli altri candidati. L’ideale è mostrare la propria immagine come si trattasse di un brand. Molti di questi metodi sono stati inizialmente applicati a livello aziendale. Proprio per questi motivi, le pratiche applicate in questi casi per risaltare sono chiamate di “Personal Branding”. Risulta fondamentale, quindi, promuoversi in modo da dare l’idea di essere il prodotto migliore tra quelli disponibili. Per mettere in atto queste strategie, però, bisogna essere costanti e capire in quale campo si voglia lavorare e quindi risaltare. Prima di tutto è necessaria passione, cercare di esaltare qualcosa che in realtà non interessa è controproducente. Risulta, inoltre, necessario scegliere un ambito nel quale ci si possa considerare capaci ed esperti. Questi passi sono necessari per essere concorrenti con il resto dei candidati ed essere la miglior scelta possibile.

 

Perché fare personal branding?

Il personal branding, come già spiegato, consiste nel puntare sulle proprie capacità, esaltandole. Vuol dire pubblicizzare le proprie doti per aumentare le chance di ottenere il lavoro o le proposte più appropriate per se stessi. Questo comporta un risparmio di tempo, risorse utili e rende il tutto meno complicato.

Fondamentale specificare che fare branding di se stessi non significa mentire ingigantendo le proprie capacità o falsare la propria immagine, significa saper esaltare ciò che vale di se stessi. Non deve essere una campagna pubblicitaria “molto fumo e niente arrosto”. Dovete far conoscere alle persone giuste le vostre capacità e i vostri obiettivi, la ragione, insomma, per cui dovrebbero scegliere proprio voi. Bisogna, inoltre, chiarire che i blog o la forte presenza sui social network non centrano con il branding, prima di usare i mezzi digitali e social è necessario capire il proprio mercato. Una volta compreso questo, bisogna anche notare come non basti dichiarare capacità professionali e mostrare i propri certificati. La propria immagine è principalmente dipendente dal “pubblico”, dalle persone con cui abbiamo collaborato e dai clienti. L’uso dei social network semplicemente amplifica costantemente ogni giudizio espresso o ricevuto. Questo permette di utilizzarli estensivamente per aumentare la portata della propria strategia di branding.

 

Come fare personal branding: creare una presentazione di se stessi

Fare personal branding è relativamente semplice, e consiste nel progettare una strategia da applicare per mettere in risalto le tue qualità, i tuoi obiettivi e correggere i tuoi difetti. Come ogni attività, per essere solida necessita di una preparazione adeguata, schematizza queste caratteristiche precedentemente elencate, i tuoi lavori passati e, soprattutto, non mentire.

Inoltre, qui di seguito, elencheremo alcune delle altre attività da svolgere per fare personal branding:

  • Racconta cosa hai fatto
    • come già detto in precedenza racconta con chiarezza e senza ostentazione i lavori che hai svolto, mettendo in risalto le conquiste professionali. Racconta chi sei ma stai attento a non esagerare.
  • Identità online
    • Al giorno d’oggi chiunque ha bisogno di un’identità digitale, a maggior ragione ne devi possedere una se stai cercando di venderti come marchio. Rendi questa identità coerente ed omogenea. Se puoi sii presente su diverse piattaforme e ricorda, non sono account personali, ma sono solo funzionali a rappresentare il tuo brand.
  • Migliora i tuoi punti deboli
    • Questo è applicabile ampiamente in svariati campi, ma nel personal branding si riferisce a due aspetti in particolare: migliora a livello professionale per poter essere più capace, ergo più appetibile per i tuoi clienti; migliora la tua conoscenza dei metodi per brandizzare il tuo io, quest’ultimi sono in costante mutamento.

 www.baggioandrea.com